rinnovare un mobile

Rinnovare un mobile con l’effetto Shabby, ecco come!

Un bellissimo e facilissimo effetto decorativo molto di tendenza che permette di dare un tocco “vintage” a mobili e oggetti in legno, sia vecchi che nuovi.

Rinnovare un mobile: cosa si può fare con lo Shabby?

La parola è una: tutto. Lo shabby è un effetto decorativo fantastico poiché, in poche semplici applicazioni è possibile trasformare e rinnovare credenze, mensole, librerie, cassettiere e mobili in generale.

Inoltre è adatto a creare piccoli oggetti come vassoi, decorazioni, portaombrelli, ecc…

Con un po’ di fantasia ci si può sbizzarrire creando anche personalissimi mobili con materiale da riciclo, utilizzando per esempio le cassette della frutta e i pallet: librerie, tavolini, testate del letto.

Una tendenza ormai sulla cresta dell’onda che non accenna ad arrestarsi!

Rinnovare un mobile con l’effetto shabby

Per prima cosa si verifica se è necessario un fondo o primer:

1. Se il supporto da dipingere è in legno grezzo, come quello delle cassette da frutta e i pallet, non servirà applicare nulla sul fondo. Se il legno è verniciato basterà prima rimuovere la vernice con carta a brasivae se necessario con lo sverniciatore;

2. Nel caso il supporto da dipingere sia laminato, come ad esempio il classico pensile della cucina in formica, basterà applicare il fondo e lasciarlo asciugare per 24 ore.

Rinnovare un mobile: come realizzare la tecnica Shabby Chic fai da te

Cosa ti occorre: paglietta metallica abrasiva o carta abrasiva a grana grossa, vernici acriliche satinate, pennelli, candela, cera neutra.

  • Inizia preparando la superficie carteggiandola leggermente con una spazzola di rame, cercando di seguire il più possibile le venature del legno: in questo modo simulerai l’invecchiamento.
  • Stendi una mano di pittura acrilica.
  • Quando il colore sarà asciutto, strofinare la candela nello stesso senso della venatura.
  • A questo punto stendete un’altra mano di pittura acrilica, questa volta però più densa e coprente, di un colore che contrasti con il precedente.
  • Una volta che il colore è ben asciutto, strofinare la superficie con l’aiuto di una paglietta metallica abrasiva, sempre seguendo le venature, cercando di rimuovere, nei punti in cui si è depositata la cera, l’ultima mano di pittura acrilica, in modo da far affiorare il colore della prima mano.
  • Potete completare il lavoro stendendo, come finitura protettiva, della cera neutra da lucidare una volta asciutta.

La finitura Craquelet e i falsi invecchiamenti

Puoi ultimare un mobile realizzando una finta craquelé, ossia un finto intreccio di piccole crepe che è solito trovare sulle superfici di dipinti antichi.

Questa tecnica si diffuse appunto verso la fine del settecento, quando la tendenza era proprio quella di arredare con oggetti dal richiamo antico, riproducendo le crepe tipiche dei quadri.

Queste crepe ad oggi si ottengono grazie all’utilizzo di prodotti specifici che il mercato offre, scegliendo anche i requisiti che la screpolatura dovrà avere.

La Casa dei Tuoi Sogni è specializzata nella tecnica Shabby Chic e nel recupero del vecchio trasformandolo in un bellissimo e moderno arredamento, ecco il nostro ultimo progetto realizzato con la tecnica Shabby Chic:

tecnica shabby chic tecnica shabby chic

Sei anche tu a rinnovare un mobile o magari un’intera cucina? con La Casa dei tuoi Sogni è possibile!

arredamento la casa dei tuoi sogni

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here